Fiero di abitare in Via Facta

FIERO DI ABITARE IN VIA FACTA, NON IN VIA BOSELLI

Il primo responsabile di Caporetto non fu Cadorna, ma il governo ed il suo presidente Paolo Boselli (che fece la cavolata di dichiarare guerra alla Germania nel 1916, Germania che se fregava allegramente dell’Italia e delle beghe tra Italia ed Austria) . Fiero di essere il figlio di colui che si oppose a che Piscina dedicasse una via a Boselli, anche se il motivo storico fu un altro più strettamente legato alla storia piscinese e cumianese. E di abitare in quella via che NON divenne Via Boselli, ma Via Facta

Qualcosa si è mosso…

E’ certo ! tra i lettori del mio blog c’è l’amministrazione comunale : nei giorni scorsi avevo scritto un post (qui) sullo stato dell’ala comunale…. beh qualcosa si è mosso: questo cartello è stato rimosso !!!!

Il resto invece resta come prima…

194

Sindaco che abbaia non morde…

Nelle settimane scorse l’amministrazione comunale di Piscina ha lamentato come abbia molti soldi in cassa che non possa spendere per i vincoli del patto di stabilità.

Ricordo che lessi con interesse su “l’Eco” del 23 gennaio 2013 di come i sindaci dei piccoli comuni del pinerolese minacciavano le dimissioni in massa, se non fossero stati esentati dal rispetto del patto di stabilità, che limita la cifra di spesa che questi comuni possono affrontare.
Continua a leggere

salotti e pezze al culo

203

Ad una delle più argute menti che l’Italia ha avuto nel XX secolo, Leo Longanesi,  si deve una frase tagliente sul malcostume della classe politica : “Alla manutenzione, l’Italia preferisce l’inaugurazione“. La frase è attualissima anche dopo sessant’anni da quando fu scritta del 1955, e trova una esemplificazione a Piscina, nel più antico fabbricato del paese:  la settecentesca Ala  comunale.
Continua a leggere

Pensieri di un anno fa su Piscina ed il volontariato

Scrivevo su FB giusto un anno fa:

Putroppo il volontariato a Piscina è in crisi da anni, Potremmo fare domattina ad elencare la gente che si impegnava anni fa (e parlo solo di sei sette anni) ed oggi se ne è andata stufata, con le gambe tagliate dai soliti noti,che hanno paura di chi potrebbe togliergli il cadreghino.. E credo che molto presto si cercherà di allungare la lista. Una spirale distruttiva in cui l’attacco strumentale del signor xyz (perchè degnarlo di citarlo) alla “vecchia biliotecaria” si cala perfettamente in questa logica. Lo squallore in cui siamo finitii è figlio di questa logica di potere che ha (pochi) nomi e cognomi che non è neppure necessario fare. Perchè abbiamo capito benissimo. Io frequento molto altri paesi in tutta la provincia, per l’impegno nell’AVIS e faccio molti confronti. In nessun paese esiste questa modalità distruttiva. da parte di pochi potenti.

Non potevo che essere facile profeta.

In questo paese medioevale.

Edda Basso : faso tutto mi….

Faso tutto mi… direbbero a Milano: Sindaco, vicesindaco, segretario comunale,, amministratore finaziario, ecc. Mi chiedo quali titoli di studio abbia la signora Basso : se non erro un diploma da maestra. Manca solo che si autonomini Parroco e ufficiale sanitario…… (clicca sulla foto per ingrandire)

autonomina

E poi resta il dubbio se sia legale:

art. 12, comma 1, del d.lgs. 39/2013, recita testualmente: ‘Gli incarichi dirigenziali, interni ed esterni, nelle pubbliche amministrazioni (…) sono incompatibili con l’assunzione e il mantenimento, nel corso dell’incarico, della carica di componente dell’organo di indirizzo nella stessa amministrazione o nello stesso ente pubblico che ha conferito l’incarico (…)’.

Passata metà legislatura….il segnaposto del monopoli

 

monopoliCome diceva Bartali : l’è tempo di un bilancio….

Scrissi, sul mio profilo FB due anni e mezzo fa, dopo le elezioni comunali

“Auguri al nuovo sindaco Enrico Ceresole. Non è a causa sua se ho annullato la scheda, ma per l’ingombrante presenza del suo predecessore e per la debolezza della sua lista. Continuo a ritenere che a Piscina ci volesse un cambiamento (da 50 anni si vota per contnuità) ,. Non essendoci altra via, auspicavo un intervento dall’esterno. Come la pensava il terzo di votanti che ha annulalto la scheda (record) e forse quei 700 rimasti a casa a casa (non conto i 400 residenti all’estero) . Resto convinto che ai Piscinesi sia mancata la possibilità di scelta. Come all’amministrazione uscente sia mancata una vera opposizione che li stimolasse,, Ma non è colpa del nuovo sindaco. ma di chi non ha voluto o potuto presentarsi (me compreso per vari motivii). Staremo a vedere, sperando di essere piacevolmente sorpreso.”

Soprese positive nessuna, la presenza del vicesindaco ingombrante a dir poco e non solo in comune, e la presenza del sindaco poco piu’ che zero…. “no comment” la sua frase preferita,….

 

Ufficio tributi di Piscina … cosa succede ?

ricevute1) A Novembre il comune di Piscina mi contestava che non avevo pagato l’ICI del 2011, ho portato le ricevute in comune
2) Adesso al comune di Piscina che mi sollecita il pagamento della Tassa rifiuti del 2014 , ho spedito le ricevute originarie dell’epoca via e-mail (insieme a quelle del 2015 e del 2016)

Giudicate voi….se arriva una terza richiesta di soldi per tasse regolarmente pagate, le ricevute le porto ai carabinieri non in comune…