Capolavoro di fumetto

” il giorno che Bruciò Chattanooga” è un episodio del miglior fumetto western, mai fatto al mondo. “Ken Parker”. Se il disegnatore originale era Ivo Milazzo, che sta a Ken, come “Galep” a Tex,, molti disegnatori si sono alternati. Tra questi Giancarlo Alessandrini. Questa tavola che descrive i momenti tragici del rogo di una cittadina è un vero capolavoro.

117230959_10222807284519870_7465353080369334251_o

La Chiesa cattolica non conta più nulla

695939-thumb-full-getfvid_10000000_198228104788529Posso dire che questa emergenza ha mostrato all’italia l’assenza totale della Chiesa cattolica, la sua perdita di importanza ? Non mi riferisco all’aspetto religioso, ma al’limportanza nella società civile. In passato avrebbero mosso “truppe”, volontariato,anche solo per aiutare la popolazione nelle difficili incombenze quotidiane . Oggi nulla.
Continua a leggere

Il maledetto United (#filmperiostoacasa 02)

Oggi parliamo di un film e di un libro.
Il titolo : “Il Maledetto United” fa pensare subito a chi è abituato al calcio di oggi al Manchester United, ma invece si parla del Leeds United, altra gloriosa squadra inglese.
Il libro è di David Peace, scrittore inglese ed il film del 2009 di Tom Hooper (premio oscar qualche anno dopo per “Il discorso” del Re), sceneggiatura di Peter Morgan (“Frost/Nixon”, “The Queen”, “Rush”, “L’ultimo re di Scozia”), e interpretato da un grandioso Micheal Sheen .
Un film che apre uno spaccato sul costume sullo sport, degli anni ’70 : un mondo del calcio e non solo del calcio che non esiste più, spazzato via prima dalgli Hooligans e dal drammi dell’Heysel (1985) e dell’ Hillsborough Stadium (1989).
Continua a leggere

“Il cammino per Santiago” (#filmperiostoacasa 01)

the wayIn questi giorni di isolamento fisico per il coronavirus , Il mio amico Guido ha iniziato fa postare video per consigliere libri. Io farò il contrario, scriverò per consigliar ei film. Anche perché nel mondo digitale in quarantena è più facile andare su Neflix che in Libreria…

In realtà molti di questi fil, avranno dietro un libro.

Per contrasto con il fatto di restare a casa, ho deciso di cominciare con un film “on the road” anzi , uno dei più un the road che ci possa essere.  Il film è “Il cammino per Santiago”  di Antonio Estevez on Protagonista un grande Martin Sheen (padre del regista).

 

  Continua a leggere

Sarò cinico ma….

… ogni anno spariscono decine se non centinaia di giovani ragazze. Se questa non avesse avuto il passaporto vaticano, ne avrebbero ancora parlato dopo due mesi ? Altro che quasi 40 anni.. E’ che esiste in Italia una forma di pruriginoso (anti)clericalismo mediatico

ema

“Stazione Spaziale 539” di H.K. Bulmer

bulmer 539Divertente riscoprire i romanzi di fantascienza di fine anni 50. Soprattutto quelli della cosiddetta “fantascienza tecnologica” (hard-SF in inglese)

Pur ancora con una certa ingenuità di fondo, essendo stati scritti negli anni tra il lancio dello sputnik e lo sbarco sulla luna,  offrivano ancora spazio per una fantasia, ma nell’ambito della plausibilità scientifica, senza quelle complicazioni di tipo esoterico e parapsicologico, che riuscivano bene a Phlilip K. Dick quando usava la fantascienza come analisi della società  (tipo “Do androids dream of electric sheeeps ?”  o “La svastica sul sole“),  ma che spesso diventando pallosissime, in altri autori moderni.

L’inglese Henry Kenneth Bulmer non appartiene certo alla schiera di autori di scienze-fiction assurti a scrittori di valore assoluto fuori dal genere (ricordo che la fantascienza è stata spesso un ottima ambientazione per capolavori che affrontavano temi molto profondi (come i due citati romanzi di Dick o “I mercanti dello Spazio” di Pohl e Kornbluth)
Continua a leggere