Altra frontiera della cultura del piagnisteo

Io posso dire per esperienza lavorativa che quando le donne hanno studiato materie scientifiche la matematica la sanno meglio degli uomini Tra l’altro la matematica è una questione di metodo più che di imparare a memoria. Non vorrei quindi che questa diventasse le nuova lagna della cultura del pianisteo.
Io ritengo che ci sono donne che non digeriscono la matematica esattamente come esistono uomini che non la digeriscono Ma che purtroppo certe volte si parte da parte delle stesse donne da idiosincrasia da un preconcetto verso la matematica per cui la discriminazione non è della società o della scuola la preclusione è da parte della cultura femminile
Ed anche talvolta è colpa dei genitori che non riescono a credere che una ragazza possa divertirsi possa essere interessata alla matematica e le materie scientifiche.5

Il progresso dei progressisti italiani

Una volta la sinistra proletaria aveva come riferimenti culturali Carlo Marx Antonio Gramsci Nicola Chiaramonte.
Ora la sinistra salottiera turbo-progressista-liberal-ambientalista armocromosista ha Chiara Ferragni.
Se vi serve capire perché la destra governerà i prossimi trent’anni senza bisogno di particolari sforzi avete trovato la risposta
Da Marx e Gramsci a Fedez e Ferragni: la lunga notte della sinistra

LA LOCOMOTIVA SOCIALISTA….

GUCCINIChe ridere scoprire che milioni di persone ascoltavano Guccini a pugno alzato, nel nome del comunismo adesso scoprono che lui votava socialista e sognava Roosevelt….
Come Renato zero che ha finto per anni di essere gay, questo ha finto per anni di essere compagno
Vabbé tanto il 90% di questi sino impiegati nello stato o nelle multinazionali, hanno la loro bella villetta magari condonata e ristrutturata a spese nostre grazie ai 5stelle. Vivono da Borghesi, magari trovano pure dei soldi nella cuccia dei cani…
Vabbé oggi sbavano per i milionari borghesi fintoprogressiti alla Fazio, alla Litizzetto (con le centinaia di appartamenti non certo affittati con i patti in deroga) , alla “Miss piagnisteo” Cortellesi… se lo meritano…. e ahimè ci hanno lasciato i prossimi vent’anni con la Meloni…

Sessismo o Ironia ?

Dunque questa celebre immagine è sessista.. vabbe al confronto il Savonarola e l’inquisizione erano tolleranti e aperti di mente…

In effetti guardare con piacere una bella donna o una bella ragazza non è affatto sessista. Ma farle la radiografia quando si è in compagnia della tua ragazza o di una tua amica è tanto tanto da cafoni…ma trattandosi di una foto umoristica , direi che è da bacchettoni esagerare dall’altro lato.. e poi le donne hanno sempre l’arma del “stasera te la scordi…

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 5 persone

 

Spot Esselunga 2

La cosa più ridicola della polemica sullo Spot Esselunga è la polemica stessa
Da tre giorni le testate social più “left winged progressive”, (quelle che appena vedono una foto di un neonato pensano sia un’attacco al diritto ad abortire… ) si sono inventate che sui social i commenti siano contro quello spot, perchè esalta la famiglia tradizionale contro il diritto a non si sa cosa cosa…
poi apri i loro post e trovi il 90% dei commenti favorevoli allo spot…

Spot Esselunga 1

I soliti sinistroidi borghesi del c**** che se non attaccano la famiglia tradizionale per qualunque minchiata non si sentono realizzati… in realtà sono dei falliti con una vita devastata, che devono sfogare le proprie frustrazioni. Come giornaliste e le scrittrici anche quella recentemente beatificata, che teorizzano progressisticamente famiglie queer fluide e cazzate del genere semplicemente perché non sono state capace ad avere una vita propria di cui essere soddisfatte…

 

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Utero in affitto e nazismo

Non trovate assonanza con la GPA o utero in afffitto ? Ma anche con i donatori di sperma…
Metteteci un agenzia montenegrina o albanese al posto del governo e qualche riccone gay al posto dei soldati delle SS….
“L’obiettivo principale del progetto era indirizzato alle ragazze-madri. Queste, se potevano certificare la loro purezza razziale, ricevevano la migliore assistenza per il parto, un ambiente protetto e la promessa di sottrarle al giudizio negativo delle famiglie e della Chiesa, assicurando loro la massima segretezza. Himmler sperava così di impedire la “degenerazione progressiva della razza germanica”, ostacolando gli aborti, le nascite di disabili e far mutare la comune opinione negativa che si aveva delle ragazze madri.
L’ufficio del Lebensborn decideva se la madre poteva tenere con sé il nato nell’ambito dell’organizzazione. In ogni caso, se entro un anno la madre non aveva le necessarie garanzie economiche e morali per la crescita del bambino, questo veniva dato in adozione, protetto dalla massima segretezza per rendere impossibile risalire ai genitori naturali dell’adottato.”
www